18 Set

Le Location

Normandia – È la regione dove avvengono la maggior parte degli avvenimenti della storia e in cui vivono molti dei personaggi principali. All’epoca in cui si svolgono i fatti era in larga parte coperta di foreste e vi sorgevano quei piccoli villaggi e paesi dei quali si parla nel racconto che ora sono vere e proprie città. Rouen e Le Havre erano anche allora i centri urbani più popolati, mentre i monasteri e i conventi che compaiono erano centri religiosi densamente abitati dalle comunità di frati e dai viandanti che si muovevano nella regione.

Duclair sur Seine – È il villaggio in cui sono nati alcuni dei protagonisti del romanzo e dove i fatti più importanti della prima parte dello stesso si sviluppano. Al tempo della vicenda era un villaggio di alcune centinaia di anime e composto da edifici in maggior parte risalenti al medio evo e al seicento, secolo in cui si sviluppa ulteriormente rispetto all’originale agglomerato. Il piccolo borgo sorge vicino ad una ansa della Senna e il suo territorio confina con la foresta di Maulevrier a est e nord e con il distretto cittadino di Rouen a sud. A poche miglia dal villaggio si trovano anche la villa di campagna del Marchese de Villebrune e il convento di Jumièges.

Jumièges – Convento dei frati francescani e importante centro religioso della regione. Arriva a ospitare anche millecinquecento anime nel periodo tra XI°e XIII° secolo quando lo scriptorium del complesso conosce il massimo sviluppo culturale per la pratica amanuense di copiare gran parte delle opere religiose e classiche che circolavano in Francia. Frate Guillaume vi esercita la professione di erborista ricercando e studiando le erbe mediche per la cura della pelle e della funzione digestiva. Viene in gran parte distrutto dalle fiamme durante le prime fasi di rivolta della popolazione contro le proprietà del Clero, schieratosi a fianco della nobiltà per difendere i privilegi di casta, nell’Assemblea nazionale che precede la rivoluzione.

Lillebonne – Cittadina di maggiore importanza rispetto a Duclair. All’epoca, abitata da alcune migliaia di persone, si trovava a mezza giornata di cavallo a nord; era raggiungibile attraverso una strada piuttosto trafficata che da Rouen arrivava fino al porto di Le Havre, congiungendo la capitale della Normandia all’importante snodo commerciale alla foce della Senna nel Canale della Manica. Poco distante dal centro storico della città sorgeva il castello medievale del Duca d’Harcourt che attirerà l’attenzione dell’ambizioso Armand.

Abbazia convento di Saint Wandrille La Fontanelle – Piccolo ed isolato centro religioso dei francescani sulla collina che dominava il villaggio di Caudebec che sorgeva lungo la strada che portava a Lillebonne. Vi si rifugiano i frati sfuggiti all’incendio di Jumièges, tra cui anche padre Guillaume; ospiterà per qualche tempo il marchese deVillebrune e sua moglie, fuggiti da Parigi durante la rivoluzione.

Le Havre – Il più importante porto francese nel Canale. La storia inizia proprio nella sua rada animatissima da marinai e scaricatori. Ospita un vascello della Compagnia inglese, attraccato per motivi di commercio a una delle sue banchine e in attesa di imbarcare due fuggiaschi. Da lì partivano le navi che raggiungevano le Indie Occidentali e i possedimenti francesi nei Caraibi.

Rouen – Principale centro della regione, anche all’epoca in cui si svolgono gli avvenimenti che vedono protagoniste Marie Claire e Juliette, era la città più popolata della Normandia con più di ventimila abitanti. Nel cuore dell’antico abitato medievale sorgevano la Cattedrale gotica di Notre Dame de Rouen, il Tribunale sede del processo e in Rue du Gros l’Horloge il palazzetto della famiglia de Villebrune, abitato dalla zia Eleanore.

Etretat – Attualmente è una rinomata località balneare lungo la costa nord della Normandia. A la epoca in cui si svolgono i fatti era un piccolo villaggio di pescatori affacciato tra le maestose e ripide falesie che si ergevano a monte e a valle dello stesso. È il luogo in cui si svolge la scena finale del romanzo e quello in cui Juliette pronuncia il suo giuramento di morte.

 

Parigi – La città, nello splendore dei suoi palazzi reali, delle imponenti fortezze e dei quartieri degradati e maleodoranti, risulta teatro di numerosi avvenimenti storici e situazioni relative a personaggi del romanzo, che vivono, in anni precedenti e durante la rivoluzione, episodi legati allo svolgimento del racconto tra le anguste vie, le piazze, e gli edifici sacri della capitale. Nelle giornate in cui il Re e la sua corte sono costretti a tornare alle Tuilleries scortati dai minacciosi cittadini di Parigi, che sono andati fino a Versailles per pretenderne il rientro, gli avvenimenti in cui sono coinvolti i protagonisti risultano strettamente legati agli eventi storici.

Londra – Anche nella capitale inglese si svolgono alcuni avvenimenti determinanti. La giovane Marie Claire vi si trasferisce prima della rivoluzione, e Robert Collingwood e la sua famiglia vi abitano. In Fleet Street si trova la sede della Compagnia dell’armatore, e a Inner Temple, lungo lo Strand, quella della Banca di cui Armand de Villebrune è direttore nel periodo che trascorre nella città.

Autumn sunrise on the Piscataqua River in Portsmouth, NH, USA

Portsmouth – Principale porto della Royal Navy nel Canale della Manica. Nel XVIII° secolo era considerato la base militare più importante d’Inghilterra; la grande rada ospitava l’arsenale e il deposito navale della Marina inglese e inoltre il porto commerciale più attivo dopo quello di Londra. Robert Collingwood convince il padre ad aprirvi una nuova sede, spostando parte dei magazzini di Londra vicino le banchine, a causa dei prezzi concorrenziali e della qualità delle strutture.

Isole delle Indie Occidentali – Mar dei Caraibi e Mar delle Antille Antigua, Giamaica, Martinica, Guadaloupe, Trinidad e Tobago – Tutte queste isole, sotto il dominio di Inghilterra, Francia e Spagna sono teatro in diverso grado di azioni ed eventi di cui le navi della Compagnia commerciale di Collingwood e le navi della Royal Navy risultano gran protagoniste nella lotta contro i corsari spagnoli e francesi. Nelle acque intorno a Trinidad e a Tobago si svolgono due epiche e decisive battaglie navali .

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This: